Studio di Oxford conferma l’efficacia delle mascherine

mettere sempre la mascherina per fare la spesa

Uno studio di Oxford conferma che le mascherine, anche quelle autoprodotte a casa, riducono la diffusione del Coronavirus .


E’ stato realizzato uno studio completo, indagando sull’efficacia di diversi tipi di maschere e dispositivi di protezione, incluso un confronto internazionale sui fattori comportamentali relativi al loro utilizzo.

La professoressa Melinda Mills, direttrice del Leverhulme Center e autrice dello studio, afferma:

“L’evidenza è chiara che le persone dovrebbero indossare maschere per ridurre la trasmissione del virus e proteggersi, con la maggior parte dei paesi che consiglia al pubblico di indossarle. Tuttavia, le chiare raccomandazioni politiche che il pubblico dovrebbe indossarle in generale non sono state chiare e incoerenti in alcuni paesi come l’Inghilterra.”

Melinda Mills

Il team della professoressa Mills ha scoperto che, dopo che l’OMS ha annunciato la pandemia a metà marzo, circa 70 paesi hanno immediatamente raccomandato di indossare la maschera.

In questo momento, invece, sono diventati più di 120, i paesi che richiedono ora di indossare una maschera, quasi ovunque in pubblico.


I paesi asiatici che hanno avuto precedenti esperienze dell’epidemia di SARS hanno sperimentato un utilizzo precoce e praticamente universale della maschera. Ma, afferma la professoressa Mills, molti altri paesi hanno assistito a un’inversione di comportamento.

Vi è un presupposto generale che paesi come il Regno Unito, che non hanno una cultura o una storia di indossare maschere, non le adotteranno rapidamente.

Ma questo non vale quando guardiamo i dati. Alla fine di aprile, le maschere erano fino all’84% in Italia, al 66% negli Stati Uniti e al 64% in Spagna, il che è aumentato quasi immediatamente dopo che al pubblico erano stati forniti consigli e raccomandazioni politiche chiare.

Lo studio ha rilevato:

  • I rivestimenti in tessuto per il viso sono efficaci nel proteggere chi li indossa e coloro che li circondano.
  • Sono coinvolti fattori comportamentali, compreso il modo in cui le persone comprendono il virus e la loro percezione del rischio, la fiducia negli esperti e nel governo, possono influire negativamente sull’uso della maschera.
  • Le maschere per il viso devono essere viste come parte di “pacchetti politici” con altre misure come l’allontanamento sociale e l’igiene delle mani.
  • Politiche chiare e coerenti e messaggi pubblici sono fondamentali per l’adozione di maschere e coperture per il viso da parte del pubblico in generale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *